Luca Fabbris

Immagine di Luca Fabbris

Luca Fabbris

(Dottorato Filosofia Nord Ovest – FINO)

“L'ontologia dei sistemi auto-organizzati nella cibernetica di second'ordine”.

La ricerca ha come obiettivo di indagare l'ontologia dei sistemi auto-organizzati nella cibernetica di second'ordine, mirando a costruire un quadro dettagliato dei diversi approcci al problema dell'auto-organizzazione e ai modelli proposti per capirne i meccanismi, con particolare riferimento al pensiero di William Ross Ashby.

Pubblicazioni

Articolo - 2022

Azimuth : philosophical coordinates in modern and contemporary age : 19, 1, 2022

[Darwin's Tangled Legacy : Evolutionary Perspectives in Contemporary Thought = L'eredità ramificata di Darwin : prospettive evoluzionistiche nel pensiero contemporaneo]

di Luca Fabbris

Mai come nei più accesi dibatti filosofici odierni la prospettiva darwiniana è emersa come uno strumento vitale o, nel lessico chimico di John Dewey, come «il più grande solvente nel pensiero contemporaneo di vecchie questioni, il più grande precipitante di nuovi metodi, nuove intenzioni, nuovi problemi». [maggiori informazioni]

11 dicembre 2021

Il programma, la rete, il circolo: un approccio lo-fi all’Autonomia artificiale

Luca Fabbris, in Aut Aut, 392/2021, Come pensa la macchina? Incognite dell’Intelligenza artificiale

Nell’ambito dell’Intelligenza artificiale (IA), il termine autonomia viene spesso accostato ad artefatti che, se programmati a dovere, saranno capaci di raggiungere una certa finalità senza bisogno di un costante ausilio dall’esterno.1 Intesa in questo senso, l’autonomia risulterebbe una diretta conseguenza di ciò che Allen Newell e Herbert Simon chiamavano intelligenza generale, intendendo con essa la proprietà di un sistema di esibire “in ogni situazione reale… [visualizza gli estratti sul sito dell'editore]

Curatela - 2021

William Ross Ashby, Progetto per un cervello

a cura di Luca Fabbris e Alberto Giustiniano, Orthotes Editrice, Napoli-Salerno

l fatto su cui ci basiamo è che, dopo il processo di apprendimento, il comportamento è in genere meglio adattato di prima. Ci chiediamo perciò quale proprietà devono avere i neuroni, tenendo presente che essa si manifesta attraverso un miglioramento del comportamento di tutto l’organismo... [continua sul sito dell'editore]